#KeepItOn! – LA LIBERTA’ DI NAVIGARE

keepiton_twitter_banner

Ciao a tutti ragazzi, oggi mi trovate qui con un argomento piu serio del solito. Ebbene non si tratta di nessuna review di vestiario o di make up, ma di #KeepItOn! la nuova petizione sponsorizzata da Lush (che vedete condividere badge & co anche sul loro sito).

keepiton_avatar2

Ma in cosa consiste questa petizione? Ve ne parlo, perchè veramente importante diffondere la voce.

Intanto vediamo di cosa parliamo, la campagna di concentra sulla ”CENSURA DI INTERNET”, o meglio dell’accesso ad esso.

Si parla di ”SHUTDOWN”. Ovvero un ”arresto”, ma che cosa è un arresto di.. Internet?
Un arresto internet succede quando qualcuno – di solito un governo – interrompe intenzionalmente internet o applicazioni mobili per controllare ciò che le persone dicono o fanno.

Gli arresti sono anche a volte chiamati “black-out” o “killer d’interruttori”.

Ecco una definizione più tecnica sviluppata da esperti: “Un arresto Internet è un interruzione intenzionale di internet o di comunicazioni elettroniche, rendendoli inaccessibili o inutilizzabili, per una popolazione determinata o in un luogo, per esercitare un controllo sul flusso delle informazioni.”
Internet è un nostro diritto, e abbiamo bisogno di impegnarci tutti con #KeepitOn.

Ai primi di dicembre, i governi del mondo si riuniranno a Guadalajara, in Messico per discutere il futuro di Internet .

E ‘un enorme incontro – con oltre 3.000 partecipanti provenienti da tutto il mondo – e un momento critico per sollecitare i nostri leader a parlare contro gli arresti di internet.

internet-shutdowns-by-number-11-9-16

So che è chiedervi molto, ma come gesto di solidarietà e di aiuto, vi invito a firmare la petizione che trovate a questo LINK 

(Se il link non funziona copia-incollate questo nel vostro browser https://www.accessnow.org/keepiton , o andate direttamente sul sito di ACCESSNOW e cercate la petizione KEEPITON)

Ragazzi, ognuno di voi, può fare la differenza. Nel vostro piccolo.

unnamed

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply